• Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon

VOLTERRA, SAN GIMIGNANO E SIENA

UN WEEKEND ROMANTICO

Da tempo avevo in mente di organizzare un weekend fuori porta con il mio ragazzo nei bellissimi paesaggi toscani, immersi nelle colline e nelle vigne del Chianti. La Toscana, culla di arte, cibo e paesaggi che coniugano storia e natura era lo scenario perfetto. Il nostro è stato un viaggio itinerante perché in quei giorni ci siamo spostati tra Volterra, San Gimignano e Siena. 

 

Volterra: la città che non ti aspetti

La prima tappa del nostro viaggio è stata la città di Volterra. Da grande appassionata della saga di Twilight, da tantissimo tempo volevo visitare questa cittadina proprio perché alcune scene del film New Moon erano state ambientate a Volterra. In realtà però, una volta arrivata nella piazza centrale, davanti al Palazzo dei Priori, mi rendo conto che forse la piazza non era la stessa del film! Effettivamente solo arrivata li scopro che in realtà le scene del film, nonostante si parli di Volterra, erano state girate a Montepulciano. A parte questa piccola delusione iniziale, Volterra è una città che non ti aspetti. Essendo collocata in cima ad una collina, si gode di una vista mozzafiato su tutte le colline circostanti. La Cattedrale di Santa Maria Assunta con il suo battistero rappresenta al meglio l’immagine della città. Volterra è anche famosa per la lavorazione dell’alabastro, una roccia bianca di origine gessosa o calcarea. Tanti sono i negozi che vendono veri e propri pezzi di arredamento e accessori per la casa realizzati con questa roccia: bicchieri, scacchiere, porta oggetti e tanti altro. 

San Giminiano: la Manhattan medioevale 

Dopo pranzo abbiamo lasciato Volterra per dirigerci verso San Giminiano. La strada per arrivare è immersa nei vigneti e con il sole caldo, ma non bollente, di settembre scatti delle foto che sembrano delle vere cartoline. L’entrata del centro di San Giminiano è proprio come quella di un borgo medioevale. La piazza centrale è Piazza della Cisterna dalla forma triangolare e fiancheggiata da case tipicamente medioevali. Quello che subito colpisce però sono le 12 torri (dichiarate patrimonio dell’UNESCO) che formano un vero e proprio skyline di mattoni, tanto da definire la cittadina come una Manhattan medioevale. Raccomando a tutti si visitare la torre del Palazzo Comunale da cui potrete godere di una vista mozzafiato.

Siena: la città del palio 

Siena è stata la nostra ultima tappa di questo weekend di metà settembre. Famosa per il palio, Siena è caratterizzata dalle 17 contrade storiche che si estendono tutte intorno alla piazza principale, ovvero piazza del Campo famosa per la sua forma a conchiglia. La Torre del Mangia domina l’intera città. Il Duomo di Siena, visitabile con annesso anche il battistero, ti fa tenere costantemente il naso all’insù perché gli affreschi sono veramente meravigliosi. All’interno è possibile visitare anche la bibilioteca Piccolomini che è une vera e propria chicca che vi lascerà a bocca aperta per gli affreschi di Pinturicchio e del giovanissimo Raffaello. 

Ricordare questo viaggio e condividerlo con voi, ha fatto crescere in me ancora di più la voglia di viaggiare per scoprire e visitare l’Italia. Non solo l’Italia delle grandi città d’arte, ma anche dei territori minori per lasciarmi stupire e meravigliare ancora da quello che il nostro Paese riesce ad offririci ogni giorno. 

Maja

Traveler

@majarepossi

Informazioni legali

© 2023 by Anton & Lily. Proudly created with Wix.com